google

Mobilegeddon: l’algoritmo Google che premia il Responsive Design

By | Senza categoria | No Comments

Il 61% della popolazione naviga da smartphone superando – in numero di accessi – gli utenti che effettuano ricerche online con i “tradizionali” pc desktop. Se contiamo anche gli utenti che utilizzano il tablet, sono 16,4 milioni (contro i 13 milioni da computer fisso) gli italiani che prediligono il mobile per consultare Internet. Ecco perché il nuovo algoritmo di Google per l’indicizzazione punta al canale mobile: Mobilegeddon, infatti, è il nome scelto per lanciare l’aggiornamento che premia i siti responsive. E dal 21 aprile 2015 le cose sembrano effettivamente essere cambiate.

Se effettuate una ricerca su Google dal vostro browser, a seconda del tipo di dispositivo che state utilizzando – un cellulare piuttosto che il computer dell’ufficio – i risultati che vedrete comparire nella SERP potrebbero essere diversi. L’azienda di Cupertino premia, infatti, nelle ricerche da smartphone e tablet i siti mobile-friendly che, tra le tante cose, utilizzano software migliori per la navigazione (tempi duri, quindi, per Flash), facilitano la leggibilità del testo e adattano pagina e contenuti in base alla dimensione dello schermo.

Se consideriamo che l’e-commerce online (da mobile) muove 1,2 miliardi di euro (dati 2014), ci rendiamo conto che avere oggi un sito non responsive è gravemente penalizzante per gli affari. Se volete sapere se (e quanto) il vostro portale piace a Google, fate il test per verificare la compatibilità. E non disperate, in caso di esito negativo: contattate AD Image per richiedere un preventivo gratuito e tornare subito competitivi!

free social market

Free Social Market: la spesa del futuro

By | Senza categoria | No Comments

Si chiama Free Social Market ed è la nuova frontiera della spesa del futuro.

Funziona un po’ come con i cofanetti dei prodotti di bellezza: dietro la sottoscrizione di un abbonamento (canone mensile di 4,90 euro) è possibile provare gratis 13 prodotti, dalla pasta alle marmellate, dalla birra ai prodotti da forno, in cambio di un feedback sui canali social delle varie marche (Facebook, Twitter o Instagram).

Scegli tra i prodotti disponibili, ordina dall’area riservata, passa a ritirare la tua spesa negli store convenzionati. E condividi foto e opinioni sui social network. Per ora il servizio è attivo solo su Pescara e Roma, con partner come Giovanni Rana, SoyJoy e La Castellana.

Il concetto “prova e recensisci” è già molto diffuso tra i blogger, che spesso vengono contattati direttamente dalle aziende produttrici per un po’ di pubblicità; le statistiche dimostrano infatti che, prima di completare un acquisto, gran parte degli utenti cerca pareri e opinioni in rete. Secondo voi è un’idea vincente? Sareste interessati a partecipare a un progetto simile?

cloud lamp

Cloud Lamp: temporale all’asciutto

By | Senza categoria | No Comments

Vi piace arredare casa con oggetti stravaganti e di design? Questa allora non potete perdervela. È la Cloud Lamp, progettata dal designer Richard Clarkson: una nuvola dotata di altoparlante per riprodurre via Bluetooth la musica che preferite e diffonderla così in tutta la stanza.

Una lampada a LED nascosta all’interno, che si attiva quando viene rilevata una presenza fisica nell’ambiente, le dà un inconfondibile aspetto temporalesco, con luci a intermittenza che simulano i fulmini. Inoltre quando non è connessa ad alcun device, Cloud riproduce i suoni tipici della tempesta con tuoni e pioggia scrosciante. Ideale per chi ama i temporali ma non vuole correre il rischio di bagnarsi, anche se per 3.360 sterline (il prezzo a cui la potete acquistare sul sito di Richard Clarkson) forse preferirei prendermi un acquazzone.